FAUNA

LA FAUNA DI GRANVOUSA E BALOS

Finora sono state registrate 98 specie di uccelli, ma in realtà ce ne sono molte di più. Quaranta di loro nidificano nella riserva naturale o nelle zone limitrofe (in modo permanente o solo in estate) e la loro sussistenza si basa molto su quest’area. Il resto può essere osservato durante la migrazione invernale. 26 specie sono sotto la tutela della legislazione europea e 14 sono incluse nella Lista rossa dei vertebrati minacciati della Grecia.

La penisola di Gramvousa è considerata un habitat molto importante per gli uccelli migratori. È anche un luogo molto importante per la ricerca di cibo per il gipeto ({i>Gypaetus barbatus<i}), che è una specie minacciata in Europa. Altri animali nidificano qui: il chukar ({i>Alectoris chukar<i}), il piccione selvatico occidentale ({i>Columba livia<i}), il barbagianni ({i>Tyto alba<i}), la tottavilla ({i>Lullula arborea<i}), la monachella ({i>Oenanthe hispanica<i}), il saltimpalo africano ({i>Saxicola torquatus<i}), il passero solitario ({i>Monticola solitarius<i}), il corvo imperiale ({i>Corvus corax<i}) e la linaria cannabina ({i>Carduelis cannabina<i}).

Durante il periodo della migrazione è possibile osservare molte specie diverse. Tra loro ci sono la garzetta ({i>Egretta garzetta<i}), il capovaccaio ({i>Neophron percnopterus<i}), l'albanella reale ({i>Circus cyaneus<i}), il martin pescatore comune ({i>Alcedo atthis<i}), la calandrella ({i>Calandrella brachydactyla<i}), la rondine riparia ({i>Riparia riparia<i}) e la pispola golarossa ({i>Anthus cervinus<i}).

Per quanto riguarda i rettili, possiamo trovare il colubro leopardino ({i>Εlaphe situla<i}), una specie protetta dalla legislazione greca ed europea. Una particolarità della fauna della regione è rappresentata da un branco di asini selvatici che vive nella penisola (Balos), ma che purtroppo i pastori considerano una minaccia per la sopravvivenza di pecore e capre, cosicché spesso li uccidono.

La foca monaca ({i>Monachus monachus<i}) viene a partorire nelle grotte sottomarine della regione, mentre la tartaruga comune ({i>Caretta caretta<i}), una specie particolarmente protetta, viene a cercare il cibo, anche se non nidifica in quest’area. Nella laguna vivono molluschi che non si possono trovare in altri luoghi di Creta nella stessa varietà e quantità.

Fauna
Fauna