FLORA

LA VEGETAZIONE DI GRANVOUSA E BALOS

Flora

Nella zona di Gramvousa vivono circa 400 specie registrate di piante, delle quali 26 sono endemiche di Creta. Quattro di loro sono state incluse nella Lista rossa delle piante minacciate della Grecia e 25 sono tutelate dalla legislazione greca ed europea. Tre specie sono di particolare interesse in quanto non possono essere trovate in nessun'altra zona del mondo (specie stenoendemiche): una specie di margherita ({i>Anthemis glaberrima<i}), una cipolla selvatica ({i>Allium platakisii<i}) e la {i>Silene integripetala subsp.lidenii<i}.

Sulla penisola di Gramvousa la vegetazione è considerata monotona, caratterizzata da tipiche specie arbustive mediterranee che dominano la zona, come ad esempio il poterio spinoso ({i>Sarcopoterium spinosum<i}), il timo ({i>Coridothymus capitatus<i}), lo sparzio villoso ({i>Calicotome villosa<i}) e il cisto di Creta ({i>Cistus creticus<i}). Possiamo anche trovare tipi di arbusti di lentisco ({i>Pistacia lentiscus<i}) e carrubo ({i>Ceratonia siliqua<i}).

Nella spiaggia sabbiosa di Balos troviamo un altro tipo di vegetazione. È interessante osservare le forme impressionanti che assumono alcuni arbusti quali l’{i>Erica manipuliflora<i}, la ginestra a rami spinosi della Nurra ({i>Genista acanthoclada<i}), il timo ({i>Coridothymus capitatus<i}) e il lentisco ({i>Pistacia lentiscus<i}) mentre tentano di far fronte alle difficili condizioni ambientali della zona, come il forte vento del nord e l'instabilità naturale delle dune. Qui troviamo tipiche specie di {i>ammophilus<i} quali l’erba medica marina ({i>Medicago marina<i}), la lappola delle spiagge ({i>Pseudorlaya pumila<i}), la {i>Hyoseris lucida<i}, il giglio di mare ({i>Pancratium maritimum<i}), l’ammofila arenaria ({i>Ammophila arenaria<i}) e la {i>Centaurea pumilio<i}, una pianta protetta. Tutte queste piante contribuiscono alla conservazione della forma delle dune di sabbia.

Sulle ripide coste rocciose e sulle scogliere sparse della penisola di Gramvousa potremo osservare un tipo di vegetazione diverso. Qui troviamo infatti molte specie rare ed endemiche come la {i>Inula candida<i}, la {i>Centaurea argentea<i}, la {i>Scrophularia heterophylla<i}, l'ebano cretese ({i>Ebenus cretica<i}) e alcune specie protette come il tulipano sassicolo ({i>Tulipa saxatilis subsp saxatilis<i}), il dittamo cretico ({i>Origanum dictamnus<i}) e una specie di cipolla selvatica ({i>Allium circinatum<i}).

Sulle isole di Imeri e Agria Gramvousa ci sono rispettivamente 173 e 119 specie vegetali registrate. Tra queste vi è una specie che si trova solo su questi isolotti, un tipo di margherita che fiorisce a primavera: la {i>Anthemis glaberrima<i}. Questa e un giglio molto raro, trovato a Imeri Gramvousa e chiamato {i>Androcymbium rechingeri<i}, sono tutelati dalla legislazione greca ed europea.

Nell'area sottomarina, a profondità raggiunte dai raggi solari, ci sono formazioni o "prati" di {i>Posidonia oceanica<i}, una specie di fanerogama endemica del Mediterraneo. La presenza della {i>Posidonia oceanica<i} indica che le acque sono pulite e molte specie di pesci vi trovano rifugio dai predatori.

Flora
Flora